Salotto d'inverno 2003 - Giorgio Pressburger: "L’orologio di Monaco"

Home » Salotto d'inverno

Mercoledì 9 aprile 2003, ore 18.30 - Casa della Musica Via dei Capitelli, 3 -Trieste
Incontro con l’autore Giorgio Pressburger

Presentazione del suo ultimo libro
L’orologio di Monaco

Presente il figlio Andrea Pressburger 
autore dell’ultimo capitolo del libro.

Introduzione del giornalista Fabio Amodeo

Dall’albero genealogico della sua famiglia, ha fatto un viaggio a ritroso trasformato in libro. I lontani parenti quali Il filosofo Karl Marx, il compositore Felix Mendellssohn, il poeta Heinrich Heine, si mescolano ad altri familiari come piccoli rivoluzionari, morfinomani, rabbini e perfino a un cane. Tredici storie che danno vita a un romanzo corale sugli antenati: grandi e piccoli individui che vivendo hanno disegnato un mondo.

Perché se un uomo guarda tanto indietro da superare il proprio passato, e si tuffa nell’esistenza di chi l’ha preceduto, può ritrovarsi, e scoprire che “cosa vuol dire veramente appartenere alla comunità umana dei vivi e dei morti”.

Giorgio Pressburger è nato a Budapest il 21 aprile 1937. Non solo scrittore, ha ideato testi per il teatro, insegnato all’Accademia d’Arte drammatica, organizzato rassegne internazionali come il Mittelfest, ricoperto importanti incarichi per la diffusione della cultura italiana in Europa.

Nelle sua attività si rivelano ricchezza culturale e curiosità intellettuale sottese a un’interessante ricerca linguistica.

Le sue recenti dichiarazioni sull’immobilismo di Trieste, città d’adozione da quando ha lasciato Budapest, hanno suscitato un ampio dibattito.

Trascrizione convegno