Salotto d'inverno 2003 - Franco Goio: La spada e la politica: l’antitesi amico nemico

Home » Salotto d'inverno

Mercoledì 26 marzo 2003,  per il ciclo Salotto d’inverno, nel salone del Circolo Ufficiali di Trieste in collaborazione col Circolo Ufficiali
Incontro con:
 
Franco Goio,
Università di Trieste,
La spada e la politica: antitesi amico nemico

Introduzione di Lucio Francese,
Scienze Politiche dell’Università di Trieste.

Incontro preceduto da un breve documentario  su Carl Schmitt

Organizzazione e coordinamento: Giovanni Esposito

La spada e la politica. Strettamente legato a quello della violenza in politica è il tema della paura, al quale hanno dedicato pagine importanti autori quali Ferrero e Canetti.
Se per molti autori la violenza è una parte importante della politica per nessuno la violenza è tutta politica.

La politica intrattiene con la violenza rapporti strutturali. E’ strutturale il collegamento instaurato da Weber tra il potere politico e la detenzione monopolistica degli strumenti della violenza, come pure è strutturale quell’aspettativa dell’uso della violenza che, secondo il politologo americano Lasswell, prevale nella politica internazionale generando insicurezze collettive e stimolando i simbolismi atti ad alleviarle.

Carl Schmitt, tuttavia, è quello che più si avvicina a questa posizione estrema. Individua nella coppia antinomica amico-nemico la “categoria del politico” e costruisce concettualmente, in modo da rendere essenziale per la sua definizione, la possibilità concreta della violenza e della morte.
Criticata spesso per la sua unilateralità, la formulazione schmittiana rivela, ad una disamina attenta e in chiave rigorosamente descrittiva, potenzialità esplicative che non appaiono a una prima lettura.

Franco Goio è nato a Casal Monferrato nel 1948. Professore associato di Teoria dello sviluppo politico, politica comparata e scienze della politica nell’Università di Pavia e, dal 1988 in quella di Trieste. E’ autore di numerosi scritti di teoria e ricerca politica.
Dagli anni 90 si occupa di teoria della nazione, tema al quale ha finora dedicato due saggi e un’antologia.

Rassegna stampa